domenica 16 settembre 2012

LATTE DI CAMMELLO

la bottiglia del latte di cammello:
il lato in arabo
la bottiglia del latte di cammello:
il lato in inglese





















L'ho cercato tanto e alla fine l'ho trovato: il latte di cammello!
Non doveva essere così difficile trovarlo, visto che siamo nella terra dei cammelli, eppure al supermercato non lo vendono. Un collega arabo di M. ci ha dato la dritta e siamo andati apposta a cercarlo in un negozio di prodotti organici in un nuovo quartiere della citta'.

Si, perche' qui non e' cosi' facile trovare informazioni su quello che c'e', sui negozi; quando faccio le ricerche in internet vanno tutte a vuoto, non si trova niente. L'unico modo e'  affidarsi al passaparola. D'altronde i negozi aprono e chiudono abbastanza facilmente, non ci sono grandi regole. Un arabo ci ha raccontato che se vuoi aprire un negozio in teoria dovresti pagare una tassa, ma (parola di negoziante) se possono non la pagano: preferiscono sobbarcarsi un'eventuale multa se dovessero essere beccati, anziche' mettersi in regola fin dall'inizio. Certo che se si tratta di una catena internazionale o di un negozio in un centro commerciale, penso sia piu' difficile non pagare sta benedetta tassa; ma se si tratta di un negozio downtown, basta prendere in affitto i locali, mettere dentro un po' di merce e gli scaffali, un indiano che parli un po' di inglese, che paghi 250 euro al mese, e sei un businessman! Titolo molto ambito dai sauditi.

Vabbe', tornando al latte di cammello, non potevo non provarlo!
Purtroppo quando l'ho assaggiato mi e' passato tutto l'entusiasmo...
Avete presente quel sapore di quando mangiate un formaggio di capra? quando dici: questo sa proprio di capra...
Ecco, questo sa proprio di cammello. Insomma, ormai anche noi di cammelli ce ne intendiamo! siamo stati in qualche camel market e gli odori ormai li conosciamo...
E questo, lo assaggi e non hai dubbi, e' proprio di cammella.
Ho letto che una buona idea per consumarlo e' farlo intiepidire e aggiungere zafferano, cardamomo (profumatissimo, viene normalmente usato per il gawa, il caffe' arabo) e zucchero, ma io non ce l'ho fatta. L'ho lasciato scadere in frigo. Mai piu'.

4 commenti:

AZ ha detto...

Ti sei persa il cioccolato al latte di cammello emiratino. Roba che mandano il latte in Austria per far fare il cioccolato e poi se lo fanno rispedire per incartarlo in una serie di strati di carta dorata.

Costa una follia.

Fa schifo.

Saudia ha detto...

immagino...
gia' a me non piace il cioccolato, figuriamoci con l'aroma di cammello..
bleah!

Emma ha detto...

Dici che neanche il Nesquik potrebbe renderlo apprezzabile?

Saudia ha detto...

guarda, forse forse un'aggiunta di cognac...
peccato non poter provare!