giovedì 13 agosto 2015

LA TEMPESTA DI SABBIA


foto da internet: la luce arancione rende il paesaggio lunare

Quando le stagioni cambiano, in Saudi non si passa dalle piogge al sole, dal maglioncino alla canottiera, ma gli sbalzi di temperatura creano degli spostamenti di enormi nuvole di sabbia che creano vere e proprie tempeste. Senz'acqua. Ecco quello che accadde qualche mese fa.
Ho vissuto una delle peggiori tempeste di sabbia mai viste. Fosse solo la tempesta in se', ma la serata e' stata abbastanza avventurosa e la racconto.
In una bella giornata che non preludeva a nulla, nel tardo pomeriggio vado in un building nel compound dove con altre sciure ci troviamo per il settimanale appuntamento ludico-creativo. Attorno alle 20 suona l'allarme antincendio. Non siamo certo felici, ma non pensiamo a niente di grave, magari un falso allarme o un test. Succede spesso. Prendiamo quindi cellulare e portafoglio e andiamo verso le scale per scendere dal primo piano al piano terra. E a quel punto le facce cambiano.
foto da internet,
che rende bene quello che succede quando arriva la sand storm
Luci: il corridoio tra la stanza e le scale e' scarsamente illuminato, con solo delle lampade su dei tavolini, tipo salotto di casa.
Rumori: un rumore infernale simile ad un boato continuo ci avvolge. Era il compressore dell'aria condizionata che sparava aria a tutto spiano da una grata sul soffitto.
Fumo: vediamo salire velocemente da sotto verso le scale una nube bianca fitta che sembrava proprio fumo. Le facce delle amiche che erano piu' avanti cambiano completamente. Vediamo poi un filippino che lavora nell'ufficio al piano terra venire verso di noi e ricacciarci di sopra. Abbiamo pensato tutte che quella strada non fosse praticabile. Allora torniamo da dove siamo venute e andiamo giu' per la scala antincendio esterna.
Appena uscite ci troviamo in mezzo ad un'orrenda tempesta di sabbia. Impossibile da descrivere a chi non l'ha provata. E' un po' come essere dentro ad una smerigliatrice a sabbia, col cielo arancione (giorno e notte che sia) e un vento che ti sposta.
Insomma in pochi concitati minuti capiamo che non e' un incendio, non siamo in pericolo, ma si tratta "solo" della tempesta di sabbia che ha fatto saltare tutto.
Lievemente tranquillizzate, decidiamo di chiudere la sessione e ci apprestiamo a tornare a casa.
Chiamo marito che pero' non risponde. Il mio cervello, seppur rallentato (!), fa un'associazione immediata:

marito non risponde = marito in palestra
= porta in cucina aperta = gatto nella tempesta
= DISASTRO


Ok, impacchetto tutto, inforco il mio triciclo (ebbene si, nel compound ci muoviamo con un bellissimo triciclo con cestone dietro!) e in mezzo alla tempesta torno a casa.
Marito appena tornato, gatto saggio gia' in casa da tempo, porta chiusa (dal vento), cucina disastro: 3 dita di sabbia ovunque.

Dai mi sono dilungata a spiegare questo sand drama! Ma fatti a parte, devo dire che ci siamo prese una bella strizza. Quando sei qui dentro sembra tutto bello e tranquillo, ma nel retrocranio hai sempre quella tensione e paura latente che qualcosa di brutto possa sempre accadere. Quando al momento capisci che qualcosa non va, non sai cosa possa essere: dal falso allarme all'attacco terroristico....tutto!
Ammetto, ho avuto paura. Ma prendiamola per il verso giusto: e' tutto allenamento per quando si andrà' in scena davvero.

22 commenti:

The Observer London UK ha detto...

e si mi sa che ne arriveranno, e tra non molto.

Saudia ha detto...

Speriamo il meno possibile: Io mi auguro un periodo di grazia tra il caldo a 45 gradi e il tiepido inverno!

Giovanna Foletti ha detto...

Ciao!
L'anno scorso la mia prima sand storm l'ho passata con il folletto in mano, ma era tutto inutile!
Le mie amiche qui a Riyadh mi hanno insegnato che è una partita persa in partenza...la sabbia si infila ovunque...comunque!
Giovanna

Umberto ha detto...

Buongiorno.
Cominciavo a pensare che la vostra avventura fosse finita ...... complice l'inattività della scrittrice.
Ma vedo con piacere che siete ancora al "fronte". Mi dispiace per questo periodo di "incertezze" che state passando, coraggio. Passerà anche questo ...
Saluti

Saudia ha detto...

@Giovanna, entra anche dove non ci sono finestre!
@Umberto, no no siamo ancora qui! Sperem...

Phil ha detto...

Ciao Saudia,

Le tempeste di sabbia devono essere incredibili. Comunque notizia uscita ieri è stato arrestato dopo molti anni l'attentatore di Kholbar dei fatti del 1996.

Saudia ha detto...

ciao Phil! si le tempeste di sabbia sono incredibili e fanno paura, ma meno di quelle d'acqua, almeno per me!
Ho letto dell'arresto..dopo quasi 20 anni non male...

Sara ha detto...

Ciao Saudia,
non sai che gioia entrare in questo angolo di mondo virtuale e trovare ben tre testi nuovi!
Ciò che scrivi è davvero prezioso.
Ecco perché anch'io concordo col marito, scrivi scrivi!!!
Di motivi ne potrei elencare molti altri, ma te ne aggiungo uno soltanto: se il panico cancellasse dalla memoria le sei "p", i benefici del web sarebbero dalla tua :)
...Oltre l'ironia, quandunque tu scriva, grazie.
Sara

Saudia ha detto...

Grazie mille Sara! Se ho capito bene le 6p, quelle servono per vendere e fortunatamente io non devo vendere nulla..altrimenti non ci camperei! Ora chissà quanto mi ci vuole per ricaricarmi e scrivere dell'altro..eheh!

Anonimo ha detto...

Ho perfettamente presente l argomento :) cielo arancione o terra di siena.
Un bacio da Riyadh
Orsa

Phil ha detto...


Ciao Saudia! Interessane articolo del fatto quotidiano ad architetto in Arabia..http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/11/03/architetto-in-arabia-saudita-valutata-per-i-miei-meriti-in-italia-colleghi-maschi-sempre-premiati/2181301/

Saudia ha detto...

@Orsa: ciao Orsa! Spero tutto bene a Riyadh.. finalmente arriva un po' di inverno anche qui e vedrai che belle tempeste di sabbia in primavera! buona continuazione..
@Phil: ciao Phil, e' sempre interessante leggere dell'esperienza di nuovi arrivati in Saudi, soprattutto se donne, che ultimamente sono sempre di piu'. Devo dire che ritrovo molte similitudini in questo racconto con altre esperienze. Pur concordando con i fatti esposti, dopo qualche anno di esperienza darei un'interpretazione un po' diversa di alcuni di questi. Che il posto di lavoro qui dipenda solo dal curriculum e' una cosa che va spiegata perche' non e' proprio cosi'. Cio' può' essere vero per gli stranieri occidentali che ovviamente vengono scelti e reclutati per quello che si sa di loro, e cioè il cv. Tra l'altro c'e' una gran voglia di importare le competenze dall'estero e non sono poi molti, soprattutto se donne, che hanno il coraggio di venire qui. Le assunzioni dei locali invece, sono tutt'altra cosa! Riguardo invece "puntano alla parità' di genere", ho avuto un sobbalzo. Grazie per il link all'articolo, l'ho letto con interesse!

Phil ha detto...


Ciao Saudia mi fa piacere anche per me è sempre interessante leggere queste esperienze del regno.

Phil ha detto...


Ciao Saudi non puoi rinunciare a questa possibilità devi darci notizie sulle elezioni almeno un post è la prima volta che non solo votano ma vengono elette 4 donne!!

Saudia ha detto...

Ciao Phil! La cosa buffa e' che queste notizie le ho leggendo il Corriere online, perche' qui la cosa non ha questo gran risalto, almeno fino ad adesso (almeno per la stampa in inglese!). Tutti i cambiamenti qui avvengono lentamente e soprattutto non sono cose a cui si vuole dare risalto..quindi meglio accontentarsi di questo passo (che cmq e' piu' di principio che di sostanza) e andare avanti verso il prossimo!
Sarebbe curioso capire se le donne elette hanno preso i voti delle donne, di tutte le donne e di quanti uomini. Vedremo se verra' divulgato qualcosa al riguardo! Tieni conto che la campagna elettorale e' stata completamente trasparente per noi, giacche' completamente in arabo.

Phil ha detto...


Grazie Saudia di queste tue risposte. Oggi la stampa economica occidentale mette in risalto la notizia che il Regno chiude il 2015 con un deficit record di oltre 87 miliardi di dollari causa la crisi del petrolio. Il governo saudita per il 2016 varerà misure austerity. Cosa si dice a Khobar la stampa inglese parla di questo? P.s. Scusami se ti chiedo spesso notizie ma sono veramente curioso. Cari Saluti

Saudia ha detto...

Ciao Phil! Io per capire cosa succede qui leggo la stampa internazionale, la stampa qui e' controllata, le poche opinioni che vengono esposte sono sempre molto positive e a sostegno di ogni iniziativa governativa..ovviamente. Riguardo le varie misure di austerity che verranno approntate le vedremo in concreto strada facendo.. Giusto per farti capire il livello: la notizia e il riassunto del discorso del Re e' stato riportato da Arab News con "l'input" di Reuters International... Comunque sara' veramente interessante vedere che impatti sociali avranno queste misure, vista l'importanza determinante che la ricchezza ha avuto nel modellare questa società.

Elllie ha detto...

Ciao Saudia. Il mio compagno da qualche mese lavora in Arabia Saudita, e vagando per la rete ( cercando informazioni sulle dimensioni saudite dei camel crossing) siamo approdati a questo blog:)
Sono molto curiosa di leggere i tuoi interventi, perche' riguardano una realta' che conosco poco, per cui non vedo l' ora di leggere nuovi post!

Saluti

Anonimo ha detto...

Ma :-)

Alice ha detto...

Ho trovato il tuo blog quasi per caso, dato che per lavoro devo venire in Arabia Saudita qualche giorno.. anche se i problemi sono molti: sono una donna e sarei da sola. Voglio vedere all'intervista in ambasciata a Roma cosa mi diranno.. probabilmente mi rideranno in faccia dandomi della simpatica umorista leggermente fuori di testa :D
Comunque dicevo;ho trovato il tuo blog e l'ho letto tutto d'un fiato, senza riuscire mai a fermarmi. Hai quel modo di scrivere che cattura, ti coinvolge, ti fa immedesimare e soprattutto è obbiettivo ed intelligente. Insomma, quando tornerai in Italy, considera l'idea di pubblicare un libro: io mi candido come prima acquirente.

Ovviamente trovo il tuo log e che succede? Vedo che non lo aggiorni da un pochino: ciapa li! Arrivo in ritardo anche a questo giro.. Spero comunque di poterti leggere ancora.. intanto l'ho salvato tra i preferiti :)

Saudia ha detto...

Grazie mille Alice! Ma devi fare un'intervista x il visto? Vedrai che andrà bene e che ti accoglieranno bene..è un paese difficile non per tutti ma se capisci cosa puOi e cosa non puoi fare ci si trova bene. Si probabilmente un libro lo scriverò un giorno ma solo quando sarò andata via definitivamente da saudi!! In bocca al lupo e grazie!

Alice ha detto...

Ciao Saudia (L)
Mi sento come se mi avesse risposta la mia cantante preferita eheh!

Sì, praticamente visto che avrò un invito da parte del nostro distributore saudita ed essendo donna, mi devo recare in Ambasciata a Roma per farmi questa sorta di "intervista commerciale" per vedere se ho tutti i requisiti adatti per poter avere il visto. La stessa procedura per gli uomini è molto piu semplice e non c'è bisogno di scovare grandi motivi: si sa che le cose, in quel paese, hanno un senso tutto loro :)
Il capo vorrebbe comprensibilmente venire con me, ma non è detto che rilascino 2 visti contemporaneamente a 2 persone della stessa azienda: in passato per esempio a lui lo avevano rilasciato, a quella che occupava il mio ruolo, no. Quindi sarà tutta da vedere!

Comunque sei stata anche d'ispirazione: visto che viaggio molto ed in tantissimi stati diversi, ne ho aperto uno anche io, ieri...appena lo aggiorno un pochino (ma soprattutto appena finisco di sistemarlo con le cose basic), spero verrai a salutarmi

Un grandissimo abbraccio da Mantova!